Horloge pour site Orologio per sito
contadores de visitas eharmony
contatori per blog

upload 17 dicembre 2011

by francesco battelli

russian girls contador de visitas Contatore visite
previsioni meteo
Logo Pro Loco Montecalvo in Foglia

Pro Loco Montecalvo in Foglia PU

...un territorio...un paese...la sua gente

LA CITTA’ IDEALE

L’utopia del Rinascimento a Urbino tra Piero della Francesca e Raffaello

Urbino, Galleria Nazionale delle Marche

 6 aprile - 8 luglio 2012

La Città ideale

Galleria Nazionale delle Marche, Urbino

Dal prossimo 6 aprile Palazzo Ducale aprirà le porte alla grande mostra dedicata alla “Città Ideale”, un evento la cui realizzazione coincide con il centenario della fondazione della Galleria Nazionale delle Marche.

La Città ideale - Anonimo, Walters Art Museum di Baltimora.

Per l’occasione è in progetto di riunire i tre dipinti attualmente conservati nei musei di Baltimora, Urbino e Berlino; purtroppo la presenza di quest’ultimo è in forte dubbio a causa delle cattive condizioni di conservazione.

Da queste splendide opere si dipaneranno percorsi pittorici, artistici e urbanistici. Si discuterà di arte, di urbanistica, di matematica e di progresso scientifico durante il Rinascimento; si ricorderanno personaggi come Luciano Laurana, Francesco di Giorgio Martini e Leon Battista Alberti.

Accanto alle tre tavole verranno esposte numerose altre opere tra dipinti, sculture, tarsie lignee, disegni, codici minati di artisti quali Piero della Francesca, Raffaello, Luca Signorelli, Mantegna, Perugino, Bramante, Frà Carnevale che diedero vita alla splendida Civiltà Rinascimentale fiorita a Urbino, nella seconda metà del Quattrocento, alla Corte Ducale di Federico da Montefeltro.

La Città ideale - Anonimo, Gemäldegalerie di Berlino

La mostra organizzata da un Comitato Promotore composto dalla Soprintendenza di Urbino, da Banca Marche, dal Comune di Urbino, dalla Provincia di Pesaro-Urbino, dalla Regione Marche, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e dall’Università degli Studi di Urbino con il patrocinio del ministero dei Beni Culturali, intende svelare lo storico enigma delle tre tele delle quali non si conoscono con esattezza i committenti, gli autori e il significato.

L’obiettivo prefissato è anche quello di scoprire il legame che unisce le tre opere non solo attraverso un giudizio critico visivo ma anche attraverso una “prospettiva scientifica”. Verrà infatti realizzata un’indagine diagnostica non invasiva (analisi radiografica, riflettografica e a luce radente) sulle opere esposte, a cura di un comitato promotore coordinato dalla Soprintendenza per il patrimonio artistico ed etno-antropologico delle Marche. Al progetto parteciperanno anche il Centro di eccellenza SmaArt di Perugia e le Università di Urbino e di Bologna.

La mostra sarà inoltre il punto di partenza per sviluppare il tema della “Città Ideale” con una riflessione sulle prospettive dello sviluppo contemporaneo.

Info: http://www.mostracittaideale.it/